Scuola

Published on novembre 2nd, 2019 | by Euclinews

0

LA NOSTRA SCUOLA OLTRE L’OCEANO

di Floriana Meloni

Quattordici ragazzi del Liceo Euclide provenienti da diverse classi che andavano dalla prima alla quarta hanno avuto la possibilità di fare un’esperienza unica e indimenticabile.

I primi di settembre, dopo aver preparato le loro valigie e compiuto un viaggio di quasi un giorno, sono atterrati in Cile, dove per due  settimane hanno avuto modo di conoscere e quindi cimentarsi con una realtà e una cultura molto diversa dalla nostra.

Durante questo tempo i ragazzi sono stati ospitati da alcune famiglie cilene i cui figli, frequentanti la scuola italiana “Arturo dell’Oro” di Valparaiso, hanno partecipato con vivo interesse a questo scambio interculturale.
Ogni mattina dei primi cinque giorni della settimana, i ragazzi partecipavano alle regolari lezioni dei loro corrispondenti e poi ad un corso di spagnolo svolto esclusivamente per loro da un insegnante Italo-cilena.

Nel pomeriggio, invece, venivano svolte attività di vario genere, come ad esempio il laboratorio di creta o di cucina; altre volte si partecipava a tour turistici, seguiti da guide, nelle città in cui risiedevano: è questo stato il caso di Valparaiso e Vina del Mar; nel fine settimana, invece, i ragazzi avevano il tempo libero con la famiglia che li accoglieva, imparando le loro usanze e le loro peculiarità nella quotidianità della loro vita domestica.

Tra le visite effettuate non si può dimenticare quella a Santiago del Cile, capitale di questo splendido paese, dove sono venuti a conoscenza della storia delle origini di questa città e, per comprendere meglio il punto da cui si era sviluppata, sono saliti nel grattacielo più alto dell’America Latina ovvero lo “Sky Costanera” da cui hanno potuto vedere l’intera città e con l’aiuto della guida hanno ricostruito la nascita di quest’ultima.
Concluse le due settimane i ragazzi hanno dovuto salutare i loro corrispondenti e le loro famiglie e ripartire per l’Italia. Il viaggio di ritorno è stato molto duro dal punto di vista emotivo perché i ragazzi, avendo stretto delle bellissime amicizie, erano tristi
e già provavano nostalgia.

I ragazzi da questa esperienza hanno avuto modo di conoscere una nuova cultura, una nuova tradizione e un differente sistema scolastico; quest’ultimo, sebbene ci trovassimo in una “scuola italiana” presentava delle differenze con il nostro. Ad esempio la durata del loro percorso di studio che è di 4 anni anziché 5, al termine  della quale svolgono l’esame di stato come il nostro; le lezioni durano 45 minuti e al termine di due lezioni hanno una piccola pausa di 10 minuti e poi successivamente verso le 11:00/11:30 si svolge la ricreazione della durata di 20 minuti durante la quale si può uscire in giardino; tuttavia rimangono di più a scuola uscendo alle 16:30 e quindi pranzando nella mensa scolastica. Essendo un Istituto italiano le lezioni sono svolte quasi tutte in italiano fatta eccezione di alcune e, nonostante si tratti di un liceo scientifico, non si studia il latino. Una differenza che i ragazzi hanno notato partecipando alle lezioni con i loro coetanei cileni è il rapporto che loro hanno con i professori, più amichevole che rispettoso.

I ragazzi che hanno partecipato a questo progetto hanno imparato ad ambientarsi in un paese diverso dal loro e accettarne le differenze culturali, e poi a mettersi in gioco ogni giorno per poter imparare il più possibile cose nuove.
Un ringraziamento speciale va a professor Martire e alle professoresse Todde e Gentili che hanno accompagnato i ragazzi in questa splendida esperienza.

Tags: , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑