Rappresentare o essere rappresentati? – Euclinews

Scuola

Published on novembre 2nd, 2016 | by Euclinews

0

Rappresentare o essere rappresentati?

Di Luca Caruso

 

Il 21 e il 25 ottobre 2016 si sono svolte nel nostro istituto le votazioni per eleggere i rappresentanti dei genitori e degli alunni.

Gli organi collegiali della scuola, ai quali sono rivolte le votazioni, sono: il consiglio di classe, il consiglio di istituto (CdI), la consulta provinciale.

La funzione di tali organi è, per ciascuno di essi, di estrema importanza e responsabilità.

II consiglio di classe ha la funzione di formulare proposte al Collegio dei Docenti che possono essere relative sia all’azione educativa e didattica sia all’agevolazione del rapporto tra docenti, genitori e studenti. Ad esso fanno parte il Dirigente scolastico, il docente coordinatore di classe, il corpo docente di classe, 2 rappresentanti dei genitori e 2 rappresentanti degli studenti (eletti dagli studenti della classe).

Il consiglio d’istituto si occupa della gestione e dell’amministrazione trasparente degli istituti scolastici. Esso elabora e adotta atti di carattere generale che attengono all’impiego delle risorse finanziarie che la scuola si trova a gestire. Tale “patrimonio” può essere erogato dallo Stato, dagli enti pubblici e privati. Inoltre si occupa anche di approvare, insieme agli altri componenti, le proposte approvate dal Collegio dei Docenti. Esso è composto da: un rappresentante degli studenti, rappresentanti degli insegnanti, dei genitori e del personale ATA. Il dirigente scolastico ne fa parte come membro di diritto.

Sebbene in questa tornata elettorale non si sia votato per la consulta, essendo essa di validità biennale, rimane di importanza fondamentaleInfatti garantisce il più ampio confronto tra gli studenti della Provincia; stipula accordi con la Pubblica Amministrazione, soprattutto con gli Enti Locali e si fa portavoce delle problematiche degli studenti.

Quando arriverà il giorno in cui dovremo decidere se candidarci per essere rappresentanti di istituto o di classe, bisognerebbe sapere l’importanza che essi rivestono all’interno della scuola affinché si attui quella auspicata democrazia per cui essi furono istituiti nel lontano 1974.

 

Tags: , , , , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑